mercoledì 27 maggio 2009

Come ieri si che mi piace


Ore 19.30 in dolce compagnia del mio amore ancora un pò scocciato perchè ho saltato l'allenamento (tardi al lavoro, lavoretti da fare a casa, impegni vari) mi chiama il babbo e mi fà: Vieni a cena in campagna che c'è un pò di pesce alla brace? 

Metabolizzo la frase e concepisco l'idea, rispondo: 
Ok, la Cate viene subito io faccio un pò tardi che vengo di corsa .

Non c'è problema. Dice il papi.

Cosi rapido mi cambio preparo la borsa la consegno al mio amore, gli stempero un bacio e parto.

L'aria stava diventando fresca, era piacevolissima il sole non picchiava più, ti carezzava la fronte, e sornione cominciava a calare tra le colline. Parto sciolto, senza affanno, i primi km scorrono facili in mezzo al traffico, fintanto che non entro tra le stradine secondarie che amo tanto, niente macchine solo cinguetii, sentieri sterrati, filari di viti, nel cielo il colore rosso del sole che cala, in terra il verde delle colline e finalmente dopo tanti giorni in cui correre era solo fatica riprovo il piacere della mia corsa. Mi sentivo veramente leggero, le gambe giravano agili senza fatica senza indolenzimenti. 

azzz.. sono quasi arrivato, è già finita. Penso quando manca poco ad arrivare a destino. Sono proprio curioso di provare a spingere un pò. Dovrebbero mancare ancora 3-4km, cerco in terra i vecchi segni a bomboletta che tracciai quando correvo qui tutti i giorni 2 anni fà, eccoli, ancora si vedono. E allora via al primo segno kilometrico in terra faccio partire il parziale sul cronometro 7°km a 4'40, oggi non corro scivolo sull'asfalto senza fatica. Accellero. 8°km stacco un 4'10'' ora voglio esagerare 9°km 3'55'' fine del gioco (nessuna traccia dell'affanno con cui ho corso le ripetute a ritmo gara nelle ultime settimane), rallento esco dal vecchio percorso segnato e vado verso casa dei miei mancheranno 900mt. Arrivato. 9,95km in 47'50''.

C'è ora una piccola fiammella che trema nel buio, domenica ore 16.30 il meteo prevede 21°C con cielo parzialmente coperto.....


9 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Mio padre è a 31km e la strada è trafficata, l'ho fatta un paio di volte..ma è da pazzi.

Michele ha detto...

I miei a 140 km , dovrei fare l'autostrada ma non ho il telepass è l'unico motivo per cui non ci vado di corsa :0

the yogi ha detto...

bello, bravo.... mio padre qualche volta non mi riconosce ma il pesce alla brace lo apprezza eccome :)

... E io corro! ha detto...

Accidenti, tre anni di corsa e già i tuoi tempi mi fanno rosicare. E sì che io ce la metto tutta ;)

Alessandro Grippo ha detto...

@Giancarlo
Da romano non puoi lamentarti del traffico!

@Michele
c'è sempre la viacard

@the yogi
mi spiace...

@...E io corro!
C'è poco da rosicare dei miei tempi, c'è almeno il 40% dei blogtrotter che va molto più veloce di me!! :(

the yogi ha detto...

non devi, credo che lui sia più felice nel suo mondo.... :)

Alvin ha detto...

Io faccio parte dell'altro 60% deiblogtrotters, quelli più lenti... i segni con la bomboletta me li facevo anch'io prima dell'era garmin...qualcuno è rimasto, son bei ricordi anche quelli

Alessandro Grippo ha detto...

@Alvin
se oggi va come voglio, (le premesse sono buone ora ci sono 18°C)il garmin spero di regalarmelo anche io!

nicolap ha detto...

bella
andare di corsa da un posto a un altro è sempre un'emozione
Ti consiglio la Maratona di Venezia, prima o poi.