lunedì 9 febbraio 2009

Si riparte, la prima timida corsetta.


Ieri mattina non ho saputo resistere e dopo più di un mese ho rimesso le scarpette e sono uscito per una timida corsetta. Niente di importante per voi runner allenatissimi, solo 5' al passo, 25' di corsa continua e altri 5' al passo. Sono tornato a casa soddisfattissimo, mi sono sentito veramente carico, come una volta. Le senzazioni provate durante la corsa erano quelle tipiche di uno stop dagli allenamenti così prolungato, peggiorate dalla bufera salutistica che ho attraversato prima di entrare in terapia insulinica (corpi chetonici nelle urine, colesterolo altissimo sopra i 250, trigliceridi alle stelle; valori più che tripli rispetto a quelli che avevo solitamente) , in ogni caso apparte la pesantezza della corsa in generale mi sentivo molto bene. Ho fatto la doccia con una domanda che mi frullava per la testa "Ma come cavolo ho fatto a correre 42,195km tutti in fila quando oggi che ne ho fatti appena 5 e  sono già stanco?" misteri dell'allenamento.

Ho preparato un programmino di massima per la ripresa degli allenamenti, è ripreso dal livello nero del programma per principianti di Albanesi, voglio partire col piede giusto e non voglio strafare onde evitare altri inconvenienti. 

La prima garetta l'ho messa in cantiere il 29 di aprile, 12km tranquilli qua in zona.

4 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Mi sembra un ottimo inizio..il futuro è dalla tua

Karim ha detto...

Non ho dubbi sulla tua ripresa. Vai tranquillo e non mollare.

Filippo ha detto...

Ciao, scopro ora il tuo blog, conosco diverse persone con la tua patologia, che nella mia terra natale (Sardegna) è diffusissima, e molte praticano attività sportiva, con qualche cautela, ma senza alcun problema, ti richiederà autocontrollo, ed in questo la corsa ti potrà solo aiutare.
Lunghe corse, Filippo

Gianluca Rigon ha detto...

Molto bene, mi fa piacere leggere della tua ripresa.....e mi fa piacere che hai messo in programma una gara ! Hai preso il toro per le corna !!!!!