martedì 2 dicembre 2008

E' stato indimenticabile! Grazie Firenze.

Intanto mi scuso per la lunga assenza dal web ma non ho ancora la connessione ad internet da casa e quindi da venerdi(ferie) a lunedi(ferie) niente aggiornamenti sul blog. Domenica l'unico dei blogtrotters che sono riuscito a riconoscere è stato Alvin ma da lontano e quindi non mi sono presentato, ero già in gabbia e lui era fuori con su una tuta bianca da carrozziere. 

Alla partenza ero rincoglionito, mi pioveva addosso e non me ne accorgevo neanche, non riuscivo a giudicare niente, le persone che avevo intorno, l'acqua che copiosa cadeva dal cielo, le raffiche di vento, il freddino che piano piano cominciava a superare gli strati di vestiti, ero li che aspettavo la partenza.  Al via ho iniziato a correre in modo naturale ed ho capito subito che andava bene così, era il giusto ritmo (o quasi...come vedrete), la prima salitella e poi i km di discesa me li sono mangiati in un boccone solo, i primi 5 km a 4'45'' bene cosi ho pensato, il primo km c'era la salita e l'intruppamento iniziale un pò più lento, gli altri in discesa forse un pò forte ma non troppo. Credevo che la pioggia sarebbe stata molto più fastidiosa in corsa invece no, se non fosse stato per le scarpe che erano bagnate e per le vesciche che mi sono venute per aver corso con i piedi bagnati. Proseguo guardandomi intorno per cercare qualcuno con cui condividere il passo, prima una ragazza che sembrava andar molto regolare, decidendo poi stoltamente di lasciar perdere perche andava troppo piano per i miei gusti salvo poi vederla trottare davanti a me intorno al 36°km (ha finito 30 sec prima di me), verso il 15°km mi aggancio ad un ragazzo che andava a 4'45'' spaccati, lo seguo fino al 30° km poi lui rallenta un pò ed io continuo a quel passo (mi risorpasserà pochi minuti dopo e chiudera la maratona in 3hr 22min) .
Tutto bene fino all'ingresso al parco delle cascine, li inizio ad avvertire un leggero rallentamento ed il ritmo di corsa scende a 4'50, poi 4'59'', 5'08'', 5'09''; i quadricipiti non me li sentivo più, mi sono fermato ed ho iniziato a camminare, ho camminato 300-400mt poi ho fatto un pò di streching sosta tecnico idraulica ed ho provato a ripartire. Ora andava molto meglio. Risultato 36°km chiuso in 7'57''. Mi metto a seguire un gruppetto che andava intorno a 5'10'' e finisco il 37°km, con lui mi lascio alle spalle anche le Cascine e come direbbe Dante "quindi uscimmo a riveder le stelle". Complice sicuramente anche il pubblico che si faceva sentire le gambe hanno ricominciato a girare molto meglio tant'è che chiudo gli ultimi 5,2km ad un passo medio di 4'54'' con l'ultimo km in 4'42''.

Emozioni provate: tante, un paio di volte non so perchè durante la gara mi sono anche commosso e mi sono sentito un gran magone in gola; un pò di amarezza quando mi sono fermato al 36°km anche se ero consapevole che sarei ripartito e che stavo facendo solo una sosta tecnica e nulla di più; la pelle d'oca quando sono passato in piazza del Duomo tra le ali di pubblico e ti incitavano tutti; il senso di fratellanza con tutti quei 9000 che erano li, il più veloce ed il più lento; l'impressione che ho avuto per i primi 30km di poter correre all'infinito a quel modo, rammarico per la consapevolezza che avevo quando stavo rallentando che se mi fossi gestito appena un pò meglio avrei finito almeno 2-3 minuti prima; e tanti altri pensieri passati per la testa mentre corri che solo chi ha corso la maratona puo capire. Ho scoperto l'intimità che può darti la maratona, come può aiutarti a guardarti dentro e scoprire cose di te che non avresti mai pensato.
Ora non rimane che programmare la prossima: non prima di un'anno da oggi, prima voglio velocizzarmi sulle distanze più brevi.

Dettagli tecnici:

Pettorale 8532
Tempo netto 3hr 26min 06sec
Real time 3hr 25min 38sec
Passo medio 4min 52sec al km
Integrazioni in gara 4 bustine di maltodestrine per un totale 352kcal
Video gara (sono quello con canottiera nera o gilet arancione e cappellino nero)

Commento tecnico: in complesso credo di aver svolto una buona gara anche se ho sbagliato il ritmo nella prima parte e sono andato almeno 5sec al km più veloce durante i primi 30km. Positivo il fatto che nonostante il ritmo esagerato per le mie possibilità non sono andato in crisi energetica, energie ne avevo più che sufficienti per andare anche più veloce, ho sofferto invece molto dal punto di vista muscolare. 

Ringraziamenti: a Firenze alla sua gente ed all'organizzazione della maratona, al mio amico Marco (il Benza) che mi ha fornito uno splendido completino ASICS sponsorizzato dal suo negozio di articoli sportivi "Olympia sport" di Arezzo, a tutti i blogtrotters che hanno sopportato e condiviso i miei deliri da podista incompreso durante la lunga preparazione alla maratona, a tutti coloro che hanno creduto in me, a me stesso che mi sono portato in fondo ad un sogno lungo 42,195km.

10 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Non è andata malissimo !
Spero che mi credi se(pur non esistendo contro prove) avresti trovato le medesime difficoltà sia che andavi un po' piano che un po'(ho detto un po'....non molto) più forte !
Peccato non averci trovato. Eravamo tutti sotto la statua a Piazzale Michelangelo magari parlare 4-5 minuti ti avrebbe rilassato

Danirunner ha detto...

Gran bella esperienza cmq, la prossima sarà sicuramente meglio. Molto bello quando dici che ti sei commosso fino al magone!

Alvin ha detto...

un vero peccato non averti consciuto, la prima maratona è sempre la prima, credimi sei stato fin troppo bravo...in bocca al lupo per il futuro sicuramente sotto le 3 ore sui 42k... per quanto riguarda il magone, quando vedo gente che manco mi conosce e mi incita mi vien sempre un groppo in gola!!!

franchino ha detto...

Ciao Alessandro, non mi pare che la tua prestazione sia da buttare, anzi. Fanne tesoro per le prossime maratone, anche le esperienze meno positive servono.
Buon recupero adesso!

PS il magone in gara capita, a me è successo durante un paio di tappe alla Traslaval quest'anno, succede, sono scariche emozionali che ti fanno sentire "vivo".

Karim ha detto...

Sono veramente contento di leggere che ti è andata alla grande e che hai vissuto una grande prima maratona. Le 3 ore sono alla tua portata di sicuro!

Ale_1957 ha detto...

Complimentissimi! Per la gara e per il post "da brividi".
p.s. ho cambiato nick così non ci si confonde ;)
Sei Grande Alessandro!

Gianluca Rigon ha detto...

Sei stato veramente bravo ! Hai fatto un tempo ottimo e che probabilmente abbatterai la prossima volta ! Ciao !

Alessandro ha detto...

@Tutti
Mi fa piacere che non considerate poi così male il mio tempo....speriamo comunque che la prossima sia ancora meglio.

albertozan ha detto...

La maratona provoca proprio queste emozioni..grande esperienza...da cui non si torna indietro..un saluto

Pimpe ha detto...

ciao Ale,complimenti per la maratona !
pimpe